ESONDAZIONE FIUME RENO: NUOVO INTERVENTO DELL’ESERCITO