ASTRAL KNIGHT 2019

 

ASTRAL KNIGHT 2019

Dal 3 al 6 giugno l’aeroporto di Aviano è stata la sede dell’esercitazione “Joint and Multinational” denominata Astral Knight 2019 a guida US Air Force in Europe (USAFE). Il filo conduttore principale ha riguardato la difesa aerea integrata con l’obiettivo di incrementare le capacità di comando, controllo e coordinamento.

Quest’anno, tra gli Stati membri dell’Alleanza Atlantica partecipanti annoveriamo, oltre all’Italia, anche, Croazia, Germania e Slovenia che hanno messo in campo personale e mezzi appartenenti ad Aeronautica, Esercito e Marina.

Sono state simulate operazioni di difesa aerea e missilistica che si sono sviluppate con attività di volo vere e proprie e scenari simulati al computer. 

L’obiettivo più importante perseguito durante tutta la durata dell’esercitazione è stato quello di migliorare l’integrazione, il coordinamento e l’interoperabilità delle capacità aeree e terrestri europee e statunitensi. 

È proprio l’interoperabilità tra assetti italiani e statunitensi la chiave strategica per assicurare la superiorità aerea e informativa necessaria per ottenere la “Situational Awarness”; indispensabile supporto per chi è coinvolto nel processo decisionale riguardante le opzioni di intervento. 

Durante la Astral Knight 2019 si è evidenziata l’integrazione pressoché totale tra aeromobili di quinta generazione italiani e americani  (jet da combattimento F-35A), le cui caratteristiche completano e migliorano le capacità degli aerei di quarta e di altri velivoli della 5a generazione.

Infine, l’Aeronautica Militare ha partecipato con i caccia F-35 del 32° Stormo di Amendola, gli Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto, del 36° Stormo di Gioia del Colle e del 37° Stormo di Trapani  tutti rischierati presso il 51° Stormo di Istrana dove hanno ricevuto il necessario supporto tecnico-logistico, oltre ad velivolo G-550 (CAEW) del 14° Stormo di Pratica di Mare.

La USAFE ha partecipato con caccia F-16 del 31st Fighter Wing (FW), F-35s del 388th Fighter Wing e 419th Fighter Wing, KC-135s del 100th Air Refueling Wing, 507th Air Refueling Wing e 931st Air Refueling Wing, KC-10s del 514th Air Refueling Wing ed E-3s del 505th Air Control Wing.

Gli Stati Uniti hanno schierato anche il sistema missilistico Patriot del 10th Army Air and Missile Defense Command, che ha operato dal porto di Koper con il supporto di una componente di militari Sloveni. La Croazia ha partecipato con MiG-21S.

Inoltre, la U.S. Naval Forces Europe ha supportato l’esercitazione con un cacciatorpediniere classe Arleigh Burke destroyer.

Una parte delle operazioni di volo sono state documentate durante lo Spotter/Media Opportunity Day che si è svolto 31 maggio scorso.

 

Ringraziamenti

Desidero ringraziare il Comando Aeroporto Aviano per aver autorizzato l’attività e in particolar modo il T.Col A. Alfonsi e il Cap. K. Fratini per il supporto e disponibilità oltre ad Alessandro Voltolina, autore delle riprese fotografiche.

 

Per il resoconto fotografico completo: QUI

Testo: Stefano

Immagini: Alessandro Voltolina