FRECCE TRICOLORI – PAN –

La Pattuglia Acrobatica Nazionale e/o Frecce Tricolori, nasce formalmente nel 1961.

Infatti in quel periodo, dato l’enorme successo di pubblico ottenuto dai nostri piloti, in Italia e all’estero, con le varie formazioni acrobatiche quali: “Diavoli Rossi”, “Lanceri Neri” e “Getti Tonanti”, lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare decide di creare presso la Base aerea di Rivolto, il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico Frecce Tricolori.

Tutto ciò è stato messo in atto per razionalizzare l’attività di addestramento al volo acrobatico dei piloti.

Nel 1962, la PAN vola con 9 piloti e l’aereo utilizzato è l’ F-86E Sabre, dotato di impianto fumogeno.

Nel 1963 con il passaggio dall’ F-86E a FIAT G91 PAN (con impianto fumogeno tricolore), le Frecce Tricolori vivono una vera e propria svolta!

Nel 1968, le Frecce sperimentano, per un breve periodo, il volo con due solisti. Quindi la formazione viene allargata a 11 elementi. I due solisti, cioè il Cap.Pil. R. Ferrazzutti (10) e il Cap.Pil. G.Zanazzo (11), danno vita ad un programma piuttosto lungo, ma ricco di dinamismo.

Il progetto viene presto abbandonato.

Nei 18 anni di utilizzo di velivolo FIAT G-91, la PAN si afferma come una delle migliori Pattuglie Acrobatiche, al mondo! Un vero motivo di orgoglio nazionale!

Nel 1982, ulteriore cambiamento di velivolo. Si passa dal FIAT G91 PAN, all’ Aermacchi MB-339 PAN e la formazione si allarga a 10 elementi.

Nove piloti in formazione e un solista. E’ la consacrazione definitiva del Team!

Ora il programma di volo comprende 18 figure e ha una durata di trenta minuti circa, durante i quali i velivoli rimangono costantemente di fronte al pubblico! Il programma, è variabile, (alto, basso, piatto) a seconda delle condizioni meteo.

La formazione costituita da 10 elementi è ad oggi, la più numerosa al mondo!

La selezione per entrare a far parte delle Frecce Tricolori è durissima! Soltanto i migliori piloti per ciascun Reparto Caccia, con almeno 1.000 ore di volo, vengono presi in considerazione. Ma questo non è l’unico aspetto. Anche la capacità di “fare gruppo”, di lavorare , cioè in un Team, è aspetto altrettanto importante.

L’addestramento dei piloti in previsione della stagione acrobatica estiva, avviene nel periodo invernale. Questo serve in particolare ai nuovi piloti che devono integrarsi perfettamente, nel gruppo. Sono necessarie circa 200 ore di volo per prepararsi a volare in formazione e ad eseguire tutte le figure previste dal programma.

Volare con le Frecce Tricolori significa entrare al far parte di quella che ad oggi è probabilmente, la più famosa pattuglia acrobatica, al mondo!

Testo e immagini: Stefano